Toh, chi si rivede! L’ex Pescara Zuparic decisivo per la vittoria di Portland in Mls

0 13

Portland vince la “MLS is Back”

MLS is back and the winner is Portland Timbers. Il calcio è tornato negli USA e a prendersi la scena è un ex Pescara. Alla fine a spuntarla nella finale play-off sono stati i biancoverdi al termine da gara molto equilibrata contro gli uomini dell’Orlando City. The Lads, guidati dal venezuelano Giovanni Savarese ─ nato a Caracas ma di chiare origini italiane e campane visto che il padre è originario di Nocera Inferiore e la madre di Quindici, in provincia di Avellino ─, l’hanno vinta grazie al tocco sotto misura di un altro personaggio che l’Italia la conosce bene. Il match winner, a sorpresa, è stato il difensore ex Pescara Dario Zuparic.

Dario Zuparic ai tempi del Pescara Calcio nel match tra SSC Napoli e Pescara Calcio allo Stadio San Paolo il 15 gennaio 2017

Dopo aver rispettivamente eliminato Philadelphia Union e Minnesota, Portland e Orlando si sono sfidati in gara secca per decretare la vincitrice di questa strana stagione di calcio (negli Usa e non solo). Al Providence Park, alle 2:30 ora italiana del 12/08/2020, ecco il via della finale play-off. Partono bene gli uomini di Savarese passando al 27° con un’incornata di Mabiala (di mestiere centrale difensivo ma per una notte goleador e non sarà il solo…). Al 39° l’entusiasmo dei Timbers si spegne per una deviazione da pochi passi di Mauricio Pereyra.

I bianco-viola, ex squadra di Kakà e Nocerino tra gli altri, chiudono il primo tempo in pareggio. La gara prosegue con tanto equilibrio e solo un episodio può deciderla. Al 67° un tiro sporco di Jeremy Ebobisse diventa il più facile degli assist per Zuparic. Stavolta è l’altro centrale del duo difensivo di Portland a insaccare da pochi metri. Dalla Serie A col Pescara alla vittoria MLS in pochi anni per il croato. Ci sarà poco tempo, però, per festeggiare perché tra 10 giorni si tornerà in campo. Il Portland affronterà la compagine dei Seattle Sounders mentre Orlando se la dovrà vedere con l’Inter Miami di Beckham e ora anche con un Matuidi in più.

You might also like More from author