Fognini saluta Rio ai quarti Acapulco: è Nadal-Querrey

0 296

Andy Murray. Getty

Andy Murray. Getty

Primo titolo stagionale per il numero uno del mondo Andy Murray, che batte 6-3 6-2 lo spagnolo Verdasco, numero 35 Atp, e si aggiudica per la prima volta in carriera l’Atp 500 di Dubai (2.429.150 dollari, cemento) . Muzza si conferma avversario praticamente inavvicinabile per il buon Fernando, avendolo battuto in 13 occasioni su 14.

la partita
Si inizia con tre break nei primi tre giochi e il madrileno si inerpica fino al 3-1. Andy serve male (e lo far per tutta la partita, 53% di prime) , ma appena entra in partita con risposta e passanti ripristina la legge del pi forte contro un avversario che applica una tattica molto semplice: all’attacco su ogni punto.Murray chiude il primo set con un parziale di 19 punti a 4 e nella seconda frazione Verdasco, alla 22a finale in carriera (7 successi) cede subito il servizio, offrendosi come vittima sacrificale in un’ora e 13 minuti: “E’ sempre bello vincere un torneo, soprattutto quando non ci sei mai riuscito prima”, ha commentato il 29enne di Dunblane, che a Dubai aveva giocato anche un’altra finale, nel 2012, fermato da Federer. Il numero uno del mondo, che allungher in classifica rispetto a Djokovic in attesa dei primi Masters 1000 sul cemento americano, era l’unico dei “fab four” a non aver ancora vinto negli Emirati e per riuscirci ha dovuto annullare sette match point a Kohlscreiber nei quarti: il suo 45 titolo in carriera su 67 finali disputate. Tra l’altro, Muzza ha vinto tutti gli ultimi quattro Atp 500 cui era iscritto, con un record di 19-0: Queen’s, Pechino, Vienna e appunto Dubai. Verdasco invece si inchinato alla tradizione che negli ultimi 15 anni vuole che il torneo sia vinto solo da top ten.

FOGNINI
Fabio Fognini uscito di scena nei quarti di finale al Brasil Open, torneo ATP World Tour 250 dotato di un montepremi di 455.565 dollari in corso sui campi in terra rossa di San Paolo, in Brasile. Dopo i due derby vinti con Marco Cecchinato e Alessandro Giannessi, il 29enne di Arma di Taggia, quinta testa di serie, stato sconfitto dallo spagnolo Pablo Carreno Busta, favorito numero uno del seeding e finalista la scorsa settimana a Rio de Janeiro: 6-0 7-6(1), in un’ora e 12 minuti, il punteggio in favore del 24enne di Gijon che ha cos centrato la quarta affermazione in altrettanti confronti diretti con l’azzurro. L’inizio dell’incontro stato da incubo per il ligure, che dopo aver raccolto i primi tre punti di fila ha invece ceduto subito il servizio per poi trovarsi rapidamente sotto 3-0 con doppio break incassato. Lo spagnolo nei propri turni non ha concesso minimamente chance (tenuti a 15) a differenza di Fognini, costretto a cedere in bianco il primo set e poi anche i primi due giochi di apertura del secondo. Dopo aver subito un parziale di 8 game a zero, l’azzurro ha rotto finalmente il ghiaccio (1-2), poi turni di battuta rispettati fino al 5-3. Fognini ha annullato due match point sul suo servizio e nel game successivo ha strappato per la prima volta nella partita la battuta all’avversario. Al tie-break, per, l’azzurro ha commesso troppi errori vanificando la precedente rimonta. Carreno Busta si giocher un posto in finale con l’uruguaiano Pablo Cuevas, terza testa di serie, che ha avuto la meglio per 5-7 6-4 6-4 sull’argentino Diego Schwartzman (n.6). Dall’altra parte del tabellone, invece, si giocheranno un posto in finale Albert Ramos-Vinolas e Joao Sousa.

ACAPULCO
Saranno Rafa Nadal e Sam Querrey ad affrontarsi in finale all’Abierto Mexicano Telcel, torneo ATP 500 dotato di un montepremi di 1.491.310 dollari in corso sul cemento di Acapulco, in Messico. Senza storia la semifinale fra il maiorchino, secondo favorito del seeding, e Marin Cilic, terza testa di serie: 6-1 6-2 a favore di Nadal, che ad Acapulco insegue il 70 titolo in carriera e dove ha gi trionfato nel 2005 e nel 2013. Esito un po’ sorprendente nell’altra semifinale dove Nick Kyrgios, numero 6 del tabellone, dopo aver eliminato Djokovic si arreso in tre set a Sam Querrey: 3-6 6-1 7-5 il punteggio a favore dell’americano, alla sedicesima finale in carriera (otto i titoli vinti, l’ultimo lo scorso anno a Delray Beach). Querrey ha perso quattro volte su quattro con Nadal, con l’ultima sconfitta rimediata nel 2016 al Masters 1000 di Madrid.

donne in messico
Kristina Mladenovic e Lesia Tsurenko si contenderanno la vittoria dell’Abierto Mexicano Telcel, torneo Wta International dotato di un montepremi di 250mila dollari in corso sul cemento di Acapulco, in Messico. La 23enne francese, testa di serie numero 2, ha avuto la meglio sull’americana Cristina McHale per 7-5 4-6 6-2 e va a caccia ora del secondo titolo in carriera dopo quello conquistato poche settimane fa a San Pietroburgo. L’ucraina, settima forza del tabellone, stava conducendo 5-0 nel primo set quando Mirjana Lucic-Baroni, grande favorita del seeding, stata costretta al ritiro: per la 27enne di Vladimirec si tratta della terza finale in carriera dopo quelle – entrambe vinte – a Istanbul nel 2015 e Guangzhou nel 2016.

 Gasport 

© riproduzione riservata

You might also like More from author